Profumo di terra bagnata

9,00 €

Profumo di terra bagnata di Sanam Naderi regia Francesco Simonetta

Profumo di terra bagnata

di Sanam Naderi

regia Francesco Simonetta

 

C’è un popolo che in questi giorni sta lottando per la libertà contro un regime violento, in una lotta che è partita dalle donne e dai loro diritti, al grido di “Donna Vita Libertà”. L’Iran sta vivendo i suoi momenti più drammatici della storia recente, spesso nell’indifferenza o nella paralisi del mondo che lo circonda. Ma le donne e il popolo dell’Iran continuano a invocare a gran voce la necessità di un cambiamento. Anche attraverso l’arte.

Ecco allora la potente testimonianza di un’artista, che già Teatri di Vita ha ospitato durante il festival Cuore di Persia di 7 anni fa, Sanam Naderi, in un monologo di grande intensità, che ha come protagonista una donna, figlia di un padre mai conosciuto, abbandonata troppo presto al suo destino, sola in un mondo dove il proibito risveglia i desideri. Impaurita, isolata misteriosamente dal resto del mondo, vola con la fantasia, nel profumo dei ricordi e nei suoi colori per allontanare il gelo e l’oscurità, accompagnata dalla speranza della salvezza e di un futuro migliore, in attesa di un destino: forse la vita, forse la morte.

 

Sanam Naderi è attrice, traduttrice e scrittrice iraniana, e ha lavorato in Italia, in Iran e in diversi paesi europei, con il Teatro dell’Argine e i Cantieri Meticci di Bologna e la Compagnia Moj Theatre di Teheran. Ha tradotto e pubblicato in farsi diversi testi tra cui I gemelli veneziani di Carlo Goldoni e Ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini. È autrice e regista di diversi spettacoli tra cui “Open” che ha debuttato al Teatro Testoni Ragazzi di Bologna.

Francesco Simonetta è fondatore della compagnia teatrale KIN31 nella quale lavora anche come attore e regista, e cofondatore della compagnia teatrale Cantieri Meticci, per cui lavora come attore, regista e guida di laboratorio.